Tariffe di distribuzione

Tariffe per i servizi di trasmissione, distribuzione e misura dell'energia elettrica

L'Autorità per l'Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico (AEEGSI) con la delibera 654/2015 e i seguenti testi integrati, ha fissato le tariffe per i servizi di trasmissione, distribuzione e misura dell’energia elettrica per il periodo di regolazione 2016-2023:

  • TIT (testo integrato relativo alle tariffe obbligatorie a copertura dei costi del Servizio di Trasporto)
  • TIME (testo integrato che definisce i corrispettivi a copertura del servizio di misura)

Le tariffe rappresentano le soli componenti per i Servizi di Trasporto, Distribuzione e Misura, pertanto non tengono conto dei corrispettivi relativi alla fornitura di energia elettrica, di competenza della società di Vendita con cui viene stipulato il contratto di fornitura (Esercente il servizio di Maggior Tutela, Esercente il servizio di Salvaguardia territorialmente competente, Venditore sul mercato libero) e delle imposizioni fiscali sull'energia.

Oneri di sistema e energia reattiva

La tariffa di distribuzione contiene anche le componenti A, UC e MCT, a copertura degli oneri generali afferenti al sistema elettrico (quali ad esempio costi di ricerca, costi per l'incentivazione dell'utilizzo di fonti energetiche rinnovabili ecc.), che vengono aggiornate trimestralmente dall’AEEGSI e l’energia reattiva. Queste componenti sono versate dal Distributore alla Cassa per i servizi energetici e ambientali (CSEA).

Nel caso di clienti finali con potenza disponibile superiore a 16,5 kW che presentano prelievi con insufficiente fattore di potenza, il distributore applica i corrispettivi previsti per l’energia reattiva. In caso di clienti con misuratore atto a rilevare l’energia per fasce orarie, per l’energia reattiva prelevata nella fascia F3, i corrispettivi sono pari a zero.

Tipologie d'uso:

Le tariffe per usi domestici in bassa tensione riguardano:

  • Locali adibiti ad abitazioni a carattere familiare o collettivo, con esclusione di alberghi, scuole, collegi, convitti, ospedali, istituti penitenziari e strutture abitative similari;
  • Le applicazioni relative a servizi generali in edifici di al massimo due unità immobiliari, le applicazioni relative all’alimentazione di infrastrutture di ricarica private per veicoli elettrici, locali annessi o pertinenti all'abitazione ed adibiti a studi, uffici, laboratori, gabinetti di consultazione, cantine o garage o a scopi agricoli, purché l'utilizzo sia effettuato con unico punto di prelievo per abitazione e i locali annessi e la potenza disponibile non superi 15 kW.

I prezzi includono le componenti relativi ai servizi di:

  • trasmissione
  • distribuzione
  • misura

Le tariffe applicate alle utenze per usi domestici sono le seguenti:

  • D1 - Tariffa sperimentale rivolta ai clienti domestici residenti che utilizzano pompe di calore 
  • D2 - tariffa per clienti con contratti per abitazioni di residenza e potenza fino a 3 kW
  • D3 - tariffa per clienti con contratti per abitazioni NON di residenza con potenza qualsiasi, e per abitazioni di residenza con potenza superiore a 3 kW 

Queste tariffe sono destinate ai clienti con contratti di energia elettrica per tutti gli usi diversi da utenze domestiche e di illuminazione pubblica.

Le tariffe applicate alle utenze per usi diversi sono le seguenti:

Forniture in bassa tensione per altri usi con potenza disponibile fino a 16,5 kW

  • BTA1 per potenze impegnate inferiori o uguali a 1,5 kW
  • BTA2 per potenze impegnate superiori a 1,5 kW e inferiori o uguali a 3 kW
  • BTA3 per potenze impegnate superiori a 3 kW e inferiori o uguali a 6 kW
  • BTA4 per potenze impegnate superiori a 6 kW e inferiori o uguali a 10 kW
  • BTA5 per potenze impegnate superiori a 10 kW

 Forniture in bassa tensione per altri usi con potenza disponibile oltre 16.5 kW

  • BTA6

Forniture in media tensione per altri usi

  • MTA1 altri usi con potenza disponibile fino a 100 kW
  • MTA2 altri usi con potenza disponibile oltre 100 kW e fino a 500 kW
  • MTA3 altri usi con potenza disponibile oltre 500 kW

Forniture in alta tensione

  • ALTA con tensione fino a 220 kV
  • AAT1 con tensione uguale o superiore a 220 kV e inferiore a 380 kV
  • AAT2 con tensione uguale o superiore a 380 kV

Forniture straordinarie

Questa tariffa si applica a forniture temporanee di energia elettrica in bassa tensione per usi d’illuminazione pubblica con qualsiasi valore di potenza disponibile. La Del n. 654/2015 Allegato C prevede l’obbligo di misura dei consumi anche per le connessioni temporanee, tranne per alcuni casi specifici individuati con la determina AEEGSI n. 8/10 per i quali il distributore può anche non installare il misuratore ( richieste di connessioni temporanee di potenza non superiore a 40 kW e relative a spettacoli viaggianti, manifestazioni e feste patronali, popolari, politiche, religiose, sportive, teatrali, riprese cinematografiche, televisive e simili, qualora situate in centri storici individuati in base al decreto n. 1444 e le connessioni relative a luminarie di cui all’oggetto). In presenza di misuratore, la quota fissa comprende i corrispettivi a copertura dei costi di installazione e manutenzione del misuratore e dei costi di raccolta delle misure, in caso contrario tali corrispettivi non saranno compresi nella tariffa. Nei casi in cui i consumi non vengono rilevati, il consumo giornaliero viene forfetizzato sulla base della potenza impegnata contrattuale e di una corrispondente utilizzazione di riferimento pari a 12 ore/giorno.

L’AEEGSI ha introdotto regole per la ricarica dei veicoli elettrici. I clienti potranno ricaricare le proprie auto tramite infrastrutture di ricarica sia private che pubbliche.

Ricarica in ambito privato:

Relativamente alla ricarica in ambito privato (garage privati o posto auto riservato in parcheggi condominiali), l’Autorità ha previsto che il cliente finale possa ricaricare la propria auto:

  • Mantenendo la sua fornitura di uso domestico;
  • Richiedendo al Venditore una seconda fornitura “Altri usi“ per gli usi di ricarica.

Ricarica in ambito pubblico:

La ricarica in ambito pubblico è possibile presso infrastrutture di ricarica (colonnine) installate nei centri urbani e in altri luoghi aperti al pubblico.

Queste tariffe sono destinate alle imprese a forte consumo di energia. L’elenco delle suddette imprese è pubblicato sul sito della CSEA al link:

http://energivori.ccse.cc

Le agevolazioni sono relative a forniture in Media, Alta e Altissima Tensione e si applicano alle sole componenti tariffarie A.

Queste tariffe sono applicate a forniture di energia elettrica per utenze di illuminazione pubblica in bassa e media tensione.

Le tariffe applicate a tali forniture sono le seguenti:

  • BTIP Illuminazione Pubblica
  • MTIP MT Illuminazione Pubblica

Da gennaio 2009 è attivo il cosiddetto "bonus sociale" (ovvero 'il regime di compensazione della spesa sostenuta dai clienti domestici per la fornitura di energia elettrica'). Tale compensazione, sotto forma di sconto applicato nella bolletta per la fornitura di energia elettrica, è uno strumento introdotto dal Governo che ha l'obiettivo di sostenere le famiglie in condizione di disagio economico e/o fisico, garantendo loro un risparmio sulla spesa annua per energia elettrica.

Potranno accedere al bonus sociale per disagio economico tutti i clienti domestici (le famiglie), intestatari di una fornitura elettrica nell'abitazione di residenza, che abbiano un ISEE inferiore o uguale a 7.500 euro. Per i nuclei familiari con almeno 4 figli a carico la soglia ISEE è innalzata a 20.000 euro. Il bonus è valido per dodici mesi e ne può essere richiesto il rinnovo se permangono le condizioni di disagio economico.

Hanno invece diritto al bonus per disagio fisico tutti i clienti domestici (le famiglie) presso i quali vive un soggetto affetto da grave malattia, costretto ad utilizzare apparecchiature necessarie per il mantenimento in vita alimentate ad energia elettrica.

I bonus sociali per disagio economico e per disagio fisico sono cumulabili qualora ricorrano i rispettivi requisiti di ammissibilità.

Per accedere al bonus sociale occorre fare domanda presso il proprio Comune di residenza o presso altro istituto da questo designato, presentando l'apposita modulistica compilata in ogni sua parte. I moduli sono reperibili sul sito dell'AEEGSI www.autorità.energia.it

Per compilare i moduli sono necessarie tutte le informazioni relative al cliente, alla sua residenza, al suo stato di famiglia e alle caratteristiche del contratto di fornitura di energia elettrica (facilmente reperibili sulle bollette), nonché la documentazione relativa all'ISEE.

Per le richieste di bonus sociale per disagio fisico è indispensabile un’apposita certificazione della ASL, mentre non è richiesto l'ISEE.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito internet dell'AEEGSI www.autorità.energia.it o chiamare il numero verde 800 166 654.

  

venditori

Contatto